Alba

Alba

sabato 18 maggio 2013

La novità rappresentata da Rinnovamento Civico


Negli ultimi tempi abbiamo potuto toccare con mano l’ansia di svecchiamento e di rinnovamento che si respira in Italia. A noi di Rinnovamento civico non interessa fare un discorso esclusivamente di tipo politico, tuttavia non possiamo e non siamo rimasti sordi a questo desiderio condiviso da larghi strati dei cittadini, e quindi abbiamo deciso di mobilitarci anche noi, di dare –nel nostro piccolo- il nostro modesto contributo. Pensiamo che tutto quello che sta avvenendo in Italia si possa riassumere nella formula: far sì che i cittadini si riapproprino della cosa pubblica, direttamente e senza mediazioni. Occuparci della nostra città, in prima persona, mettendoci la faccia: questa è oggi la nostra aspirazione. Da troppo tempo in Italia si è fatto abuso della delega, affidando ad altri la cura degli interessi dei cittadini: con il risultato, però, di un sostanziale fallimento, provocato in primis dall’indifferenza di molti nei confronti dell’interesse collettivo, a vantaggio di interessi squisitamente personali. Da qui il rifiuto di tanti onesti cittadini nei confronti della passione e dell’impegno civile.
Noi, invece, vogliamo reagire a questo stato di cose, riappropriandoci di quello che è nostro, di noi cittadini. Vogliamo essere un’associazione civica, non solo e non soprattutto politica, lontana mille miglia quindi dai partiti e dai politici di professione; di più, vogliamo essere una libera associazione di cittadini, aperta cioè al contributo di tutti e di chiunque voglia impegnarsi a cambiare le cose. Siamo per prima cosa cittadini comuni: medici, avvocati, insegnanti, impiegati e semplici lavoratori dipendenti; con poca o nessuna esperienza di impegno civile alle spalle, ma proprio per questo aperti all’accoglienza di chiunque vorrà darci il suo contributo di idee, e come tali portatori di un cambiamento radicale nel modo di porsi di fronte alla società e ai suoi problemi. Siamo lontani però da estremismi di ogni sorta e di ogni origine: non siamo contro i partiti, ma contro la loro degenerazione; non siamo contro la politica, ma contro certa politica. Siamo favorevoli a libere forme associative di cittadini che si occupano direttamente della cosa pubblica, con partecipazione e passione, distinguendo quindi fra il bene comune di tutti e l’interesse privato. L’obiettivo, pertanto, è il confronto con i cittadini, singolarmente o tramite associazioni; rifiutiamo invece il confronto con i partiti politici che ormai hanno perso la propria credibilità. Le nostre parole d’ordine sono quindi: la trasparenza, l’onestà, la concretezza. Trasparenza significa il confronto continuo con i cittadini e il rendere conto periodicamente delle iniziative intraprese; onestà significa agire sempre in nome del bene comune, allontanando chiunque denunci interessi di parte; concretezza, infine, significa occuparsi esclusivamente dei problemi dei cittadini nella vita di tutti i giorni: dalle strade alle scuole, dall’ospedale agli asili nido. 
Questo lo scopo programmatico di Rinnovamento civico che da oggi portiamo a conoscenza dell’intera cittadinanza di Alba.
                                                              Angelo Eugenio Mecca

Nessun commento:

Posta un commento